Itabit http://itabit.net ..spiegato così semplicemente che lo capirà anche il tuo cane.. Sun, 04 Aug 2019 18:55:35 +0000 it-IT hourly 1 https://wordpress.org/?v=5.2.2 I puntatori in Go http://itabit.net/golang/i-puntatori-in-go http://itabit.net/golang/i-puntatori-in-go#respond Sun, 04 Aug 2019 18:29:37 +0000 http://itabit.net/?p=584 golangCos’è un puntatore? Possiamo considerare un puntatore come un link all’indirizzo di memoria di una variabile. In questo modo potremmo leggere o modificare questa variabile in qualsiasi scope ci troviamo. Impossibile farne a meno in progetti più o meno complessi.

 

]]>
http://itabit.net/golang/i-puntatori-in-go/feed 0
Utilizzare package in Golang http://itabit.net/programmazione/utilizzare-package-in-golang http://itabit.net/programmazione/utilizzare-package-in-golang#respond Sun, 04 Aug 2019 09:32:06 +0000 http://site.itabit.net/?p=581 golangIn golang si possono utilizzare librerie fatte da noi semplicemente utilizzando questa sintassi

Script del main

 

package main

import (
"fmt"

"../myfunc" //nome del package e di dove è situato nel progetto
)

var resu int = 0

func mmm() int {

return myfunc.Add10(15) //utilizza la funzione Add10 presente nel package myfunc
}

func main() {

resu = mmm()
fmt.Println(resu)

}

Script del package


package myfunc

func Add10(aaa int) int { //la funzione deve cominciare per una maiuscola per essere importata dal main

trtr := 10 + aaa
return trtr

}

]]>
http://itabit.net/programmazione/utilizzare-package-in-golang/feed 0
Funzione di prova http://itabit.net/programmazione/funzione-di-prova http://itabit.net/programmazione/funzione-di-prova#respond Sat, 03 Aug 2019 17:52:57 +0000 http://site.itabit.net/?p=576 golangFunzione di prova dove aggiungiamo 10 ad un numero richiamato dal main scritta in GO

 
package main
import "fmt" //libreria che si occupa di stampare in console stringhe etc
var resu int = 0 //dichiarazione di resu (che sarà poi il nostro risultato)

//funzione che somma al nostro numero 10, nella funzione si dichiara direttamente anche il tipo di argomento che sarà int e il risultato che sarà anch'esso int

func Add10(aaa int) int {

var trtr int
trtr = 10 + aaa
return trtr
}

// funzione main che richiama la funzione Add10

func main() {

resu = Add10(5) // richiama la funzione aggiornando il valore della variabile resu che cmq era vuota
fmt.Println(resu) //stampa a video il risultato della funzione

}

]]>
http://itabit.net/programmazione/funzione-di-prova/feed 0
Fail2Ban su Centos 7 per proteggere accesso ssh http://itabit.net/linux/server-linux/fail2ban-su-centos-7-per-proteggere-accesso-ssh http://itabit.net/linux/server-linux/fail2ban-su-centos-7-per-proteggere-accesso-ssh#respond Sat, 17 Dec 2016 19:05:02 +0000 http://itabit.net/?p=537 linux-serversSono sincero, ho veramente le palle piene di collegarmi a un server e leggere tipo :

Last failed login: Sat Dec 17 17:39:13 CET 2016 from 185.159.xx.xx on ssh:notty
There were 25408 failed login attempts since the last successful login.

Adesso vi banno per un giorno dopo che sbagliate la password di accesso (adios bruteforce attack).
Installate fail2ban e abilitatelo al riavvio del sistema
yum install epel-release
yum install fail2ban
systemctl enable fail2ban

 

Ovviamente dovete già aver installato firewalld e iptables, nel caso non siano configurati:   yum -y install firewalld iptables

editate il file /etc/fail2ban/jail.conf

nano /etc/fail2ban/jail.conf

Rimuovere # da
[sshd] enabled = true

in # MISCELLANEOUS OPTIONS aumentiamo in bantime da 600 a 3600 (10 minuti sono troppo pochi, vi bannerei la vita)

Salvare il file e riavviate fail2ban :

systemctl restart fail2ban

 

fail2ban con firewalld

Se utilizzate come me firewalld invece di iptables dovete modificare il file di configurazione in questo modo:

banaction = firewallcmd-ipset
banaction_allports = firewallcmd-ipset-allports

e se non avete sshd che gira sulla porta standard dovete anche cambiare il valore ‘port’ sotto [sshd] portandolo da port=ssh a port=1234 (dove 1234 è ovviamente il numero della vostra porta).

Ovviamente anche dopo questa modifica lanciate systemctl restart fail2ban

Per vedere la lista degli ip bannati e il timeout : ipset list

 

]]>
http://itabit.net/linux/server-linux/fail2ban-su-centos-7-per-proteggere-accesso-ssh/feed 0
Cambiare porta ssh http://itabit.net/linux/server-linux/cambiare-porta-ssh http://itabit.net/linux/server-linux/cambiare-porta-ssh#respond Sat, 17 Dec 2016 18:20:46 +0000 http://itabit.net/?p=531 linux-serversI passi per cambiare porta di accesso ssh sono 3, potrete fare tutto nel giro di un minuto:
nano /etc/ssh/sshd_config
rimuovere # dalla riga Port 22
impostare la porta che vogliamo e salviamo il file.

A questo punto dopo aver riavviato: systemctl restart sshd.service il nostro accesso sarà sulla porta da noi scelta.

Molto importante: se utilizzato un firewall, per esempio firewalld dovrete inserire come regola permanente l’apertura di questa porta o vi ritrovere con il server inaccessibile.

Esempio (in questo caso la nostra nuova porta sarà 2222):

service firewalld start
firewall-cmd --add-port=2222/tcp
firewall-cmd --permanent --add-port=2222/tcp
firewall-cmd --reload

]]>
http://itabit.net/linux/server-linux/cambiare-porta-ssh/feed 0
Aprire porta con Firewalld su Centos 7 http://itabit.net/linux/server-linux/aprire-porta-con-firewalld-su-centos-7 http://itabit.net/linux/server-linux/aprire-porta-con-firewalld-su-centos-7#respond Fri, 19 Aug 2016 09:32:07 +0000 http://itabit.net/?p=523 firewallAprire una porta del server (o anche del vostro computer) con firewalld è un operazione abbastanza semplice, batserà utilizzare questa sintassi:

firewall-cmd --add-port=NUMERO_PORTA/tcp
firewall-cmd --permanent --add-port=NUMERO_PORTA/tcp

Con –add-port apriamo momentaneamente la porta mentre con l’opzione –permanent permettiamo che la regola sia ovviamente permanente.

Se per esempio volessimo rendere disponibile la connessione a mariaDb dall’esterno ci basterà lanciare il comando:

firewall-cmd --add-port=3306/tcp
firewall-cmd --permanent --add-port=3306/tcp

e subito dopo fare un reload delle regole di firewalld:

firewall-cmd --reload

Se poi volessi aprire una porta, in questo caso sempre del database per un unico ip:
firewall-cmd --permanent --zone=public --add-rich-rule=' rule family="ipv4" source address="1.1.1.1" port protocol="tcp" port="3306" accept'

]]>
http://itabit.net/linux/server-linux/aprire-porta-con-firewalld-su-centos-7/feed 0
Installare wkhtmltopdf su centos 7 server http://itabit.net/linux/server-linux/installare-wkhtmltopdf-su-centos-7-server http://itabit.net/linux/server-linux/installare-wkhtmltopdf-su-centos-7-server#respond Sun, 03 Jul 2016 22:38:55 +0000 http://itabit.net/?p=520 linux-serverswkhtmltopdf non è un codice fiscale bensì un software davvero fantastico che ci permette di fare screenshot a pagine web senza il bisogno di avere un’interfaccia desktop installata e nemmeno un display. Funziona perfettamente su Centos 7 ed ecco le istruzioni per configurarlo e utilizzarlo.

Come primo passo installiamo le dipendenze (sennò dovremmo farlo comunque dopo)
yum install -y xorg-x11-fonts-75dpi
yum install -y xorg-x11-fonts-Type1

Scarichiamo ed installiamo l’ultimo rpm disponibile:
wget http://download.gna.org/wkhtmltopdf/0.12/0.12.2.1/wkhtmltox-0.12.2.1_linux-centos6-amd64.rpm
rpm -Uvh wkhtmltox-0.12.2.1_linux-centos6-amd64.rpm

Per testare il funzionamento da terminale basterà provare a lanciare:
wkhtmltopdf http://www.itabit.net itabit.pdf

A questo punto ci ritroveremo una copia di itabit.net dentro il file itabit.pdf

Ovviamente l’utilizzo a riga di comando ha poco interesse di per se, un utilizzo sicuramente interessentante è quello di utilizzarlo per esempio tramite php utilizzando shell_exec. Grazie a questa direttiva potremmo sfruttare wkhtmltopdf per creare screenshot.

]]>
http://itabit.net/linux/server-linux/installare-wkhtmltopdf-su-centos-7-server/feed 0
Guadagnare con AdFly (adf.ly) http://itabit.net/monetizzare/guadagnare-con-adfly-adf-ly http://itabit.net/monetizzare/guadagnare-con-adfly-adf-ly#respond Mon, 13 Jun 2016 19:14:40 +0000 http://itabit.net/?p=514 moneyonlineAdFly è uno storico servizio di accorciamento indirizzi web con in aggiunga la possibilità di guadagnare dal traffico inviato. Il traffico viene remunerato in base al numero di utenti inviati al servizio di accorciatura url.

I ricavi variano in base alla nazionalità del traffico inviato ed anche in base ai dispotivi utilizzati, per esempio il traffico mobile è remunerato maggiormente del traffico desktop.

Oltre ad il servizio di short url AdFly offre anche remunerazione come normale adv adgency basati su popunder è anche banners sempre pagati in rate per mille utenti che visualizzano i banner o che aprono i popunders.

Per iscriversi basta cliccare qui

]]>
http://itabit.net/monetizzare/guadagnare-con-adfly-adf-ly/feed 0
No package ffmpeg available. Problema su Centos 7 http://itabit.net/errors/no-package-ffmpeg-available-problema-su-centos-7 http://itabit.net/errors/no-package-ffmpeg-available-problema-su-centos-7#respond Mon, 06 Jun 2016 16:29:26 +0000 http://itabit.net/?p=510 errorsSe cercando di installare FFMPEG su Centos 7 ed ottenete invece della configurazione del software questo messaggio: No package ffmpeg available.  Potete semplicemente risolvere lanciando prima dell’installazione:

yum install epel-release
rpm --import http://li.nux.ro/download/nux/RPM-GPG-KEY-nux.ro
rpm -Uvh http://li.nux.ro/download/nux/dextop/el7/x86_64/nux-dextop-release-0-5.el7.nux.noarch.rpm
yum install ffmpeg

 

]]>
http://itabit.net/errors/no-package-ffmpeg-available-problema-su-centos-7/feed 0
Guadagnare con Shorte.st http://itabit.net/monetizzare/guadagnare-con-shorte-st http://itabit.net/monetizzare/guadagnare-con-shorte-st#respond Thu, 02 Jun 2016 11:24:06 +0000 http://itabit.net/?p=500 moneyonlineShorte.st è ufficialmente un accorciatore di url, ovvero un servizio dove un url di un sito internet molto lunga può essere sostituita da un url accorciate di pochi caratteri.

Il motivo però percui Shorte.st è diventato così popolare è perchè grazie ad inserzionisti pubblicitari, nel redirect del servizio viene inserità pubblicità di cui i ricavi vengono per gran parte incassati dall’utente che ha creato lo stesso link.


Iscriviti a Shorte.st e guadagna

I ricavi sono calcolati ogni mille utenti ed a seconda della nazionalità varia molto il possibile guadagno, in questo momento per esempio nella sezione payoutrates vediamo che si parte da 0.16$ ogni mille utenti per il Nicaragua arrivando a ben 16$ ogni mille utente nel caso di utenti che si collegano dagli Stati Uniti. L’Italia è a 3.25$ che nel mondo degli short url con remunerazione è sicuramente tra i più competitivi.

Il servizio paga attraverso Paypal, WebMoney e Payoneer ogni 10 del mese per un minimo di 5$.

Per iscrivervi basta cliccare qui

]]>
http://itabit.net/monetizzare/guadagnare-con-shorte-st/feed 0